LIBRERIA EMILIANA

STAMPE E LIBRI  VENEZIANI

DAL XV AL XXI

SECOLO

*

HOME   STIME E ACQUISTI   CHI SIAMO   CONTATTI   DOVE SIAMO  
     
<< torna indietro



Monumenti veneziani di varia letteratura per la prima volta pubblicati nell'ingresso di sua eccellenza messer Alvise Pisani cavaliere alla dignita di procuratore di san Marco.


foto
  Autore: Morelli Jacopo

EditoreIn Venezia: nella stamperia di Carlo Palese, 1796

CodiceANT1172

Periodo: XVIII Secolo

Galleria foto: g+







Prezzo di vendita: 1.800,00 EUR 


Descrizione:

In-4 (30 cm) (1) c. (antiporta inciso) (6) 12 LI (1) Al frontespizio stemma nobiliare della famiglia Pisani. Tre testatine, una all'inizio di ogni trattato. Cartoncino editoriale con inciso lo stemma della famiglia Pisani. Bell'esemplare, perfetto senza difetti con carte a pieni margini. L'opera, pubblicata in onore dell'"ingresso" di Alvise Pisani alla carica di Procuratore di san Marco, raccoglie tre trattati. Il primo è la storia dell'assedio dei veneziani a Zara nell'anno 1346, d'autore anonimo, scritta in latino e successivamente tradotta in volgare ed inserita in una Cronaca veneziana, d'autore anonimo, anche se in seguito fu attribuita ad un certo Gasparo Zancaruolo, e detta perciò Cronaca Zancaruola. Il secondo trattato raccoglie quattro lettere inedite del Cardinale Pietro Bembo. Il terzo consiste di una lettera di Galileo al governo veneziano dove lo scienziato informa la Serenissima della scoperta del canocchiale. Morelli Jacopo (1745-1819) Erudito e letterato, sacerdote, bibliotecario alla Marciana. Nato e morto a Venezia.

 



Ricerca

Categorie
Incisioni
Libri